/Guglielmo Carata vince le selezioni Oktagon

A Rosolini durante l’Evolution Fight 2014 l’alteta K-NOK Guglielmo Carata passa le selezioni per l’Oktagon battendo Amhed Said.

/ Giulia Marchesi prova i guanti e l'attrezzatura K-Nok

Giulia Marchesi atleta nazionale italiana Light Contact -55 kg prova l’attrezzatura K-Nok.
Ecco cosa ne pensa Giulia Marchesi.
I pantaloni K-Nok: comodi e perfetti per l’allenamento, sopratutto per calciare.
La maglietta K-Nok: trattiene il sudore è traspirante e permette ogni tipo di movimento.
I guanti K-Nok: calzano bene, tengono bene il polso, la mano è ben chiusa e sopratutto nell’impatto con il sacco il colpo è veramente perfetto.
Un prodotto ottimo.
Sono veloci non rallentano, sono dei buoni guanti molto comodi.
Trova tutti i prodotti K-Nok sul sito

/Intervista a Guglielmo Carata su SportalKOMBAT.com

SportalKOMBAT.com pubblica un’intervista a Guglielmo Carata, campione del mondo ISKA 2014,  la rivelazione della Kick-Boxing italiana di questo ultimo anno.
Si è imposto con una serie di vittorie sui ring più importanti d’Italia, vincendo dei durissimi incontri di selezione che gli hanno spalancato le porte di Oktagon, l’evento più famoso ed importante per gli sport da combattimento italiani, nel quale ha disputato e vinto un incontro con in palio il titolo di campione del mondo.

Il ring e le sue vittorie parlano chiaro, e hanno fatto puntare la luce dei riflettori su di lui, atleta leccese di 26 anni, il quale abbina oltre alle caratteristiche atletiche e tecniche che lo rendono un campione, anche delle indubbie qualità umane, che non fanno altro che fare onore a lui e agli sport da combattimento in generale, in grado di formare non solo guerrieri o atleti, ma prima di tutto uomini.

Il suo “soprannome” di battaglia, è Golden Boy.

Di seguito l’intervista al campione.

SportalKOMBAT: Innanzitutto da quanti anni pratichi la Kick-Boxing?
Guglielmo Carata: Faccio Kick-Boxing da circa 10 anni…

SK: Hai fatto anche qualche altra disciplina da combattimento?
G.Carata: Da piccolo ho fatto un po di Karate, ma giusto per fare un po di attività fisica…

SportalKOMBAT: Chi sono i tuoi maestri e dove ti alleni?
G.Carata: Si chiamano Alessandro Centonze ed Andrea Presicce, e mi alleno alla Helios di Lecce.

SK: Nella vita di tutti i giorni che ti piace fare? Altri hobby oltre la Kick?
G.Carata: Mi piace stare con gli amici, qualche partitella a calcio….

SK: Dopo questa presentazione passiamo all’intervista vera e propria. Quali caratteristiche da combattente ti caratterizzano? Come definiresti il tuo stile?
G.Carata: Quando salgo sul ring cerco sempre di essere razionale e di non lasciarmi sopraffare dalle emozioni. Credo che uno dei miei punti di forza siano i calci…

SK: Con chi ti alleni? Chi sono i tuoi sparring partners?
G.Carata: Tra i mie sparring partners devo citare sicuramente Eros Rollo, mio amico e compagno di allenamento con cui spesso scambio due cazzotti! In linea generale comunque cerco di fare sparring sempre con gente diversa, in quanto da tutti ho da imparare qualcosa..

SK: Quale match ricordi particolarmente per la durezza dello scontro?
G.Carata: Sicuramente quello contro Armen Petrosyan, tirava certe pigne…

SK: Veniamo ad Oktagon. Hai affrontato un duro torneo per accedervi e poi hai incontrato Bhella al Mediolanum. Incontro per il titolo. Cosa ci dici delle emozioni provate? Che tipo di fighter era il tuo avversario?
G.Carata: Sicuramente prima del match ero molto emozionato, combattere davanti a tutta quella gente non è di tutti i giorni. Poi per me Oktagon rappresentava la realizzazione di un sogno, visto che erano quattro anni che cercavo di accedervi. Combattere in quella occasione per il titolo è stata la ciliegina sulla torta…
Bhella comunque è stato un avversario ostico, non mollava mai e veniva sempre avanti, ma credo di aver gestito il match con intelligenza, rischiando poco e portando più colpi.

SK: Prossimi obiettivi della tua carriera da fighter?
G.Carata: Spero di riuscire a confermare quanto di buono finora ho fatto, magari avendo l’occasione di combattere di nuovo con Armen Petrosyan o con altri top-fighters e dimostrando a me stesso e agli altri di cosa sono capace.

SK: Dai un consiglio ai giovani che vogliono sfondare nel mondo del ring. Cosa ti senti di dirgli?
G.Carata: Dico che con la determinazione e il sacrificio si possono ottenere grandi risultati…

SK: Grazie dell’intervista Guglielmo, ed in bocca al lupo per i prossimi incontri!
G.Carata: Grazie a te, e crepi il lupo!!

K-NOK // Logo

K-NOK è un marchio registrato di proprietà di Marzialsport Group S.r.l.
C.so Francia 276/E, 10146 Torino // P.IVA 10916550014
tel +39 011710219 - +39 0117792387 // fax +39 011750712

Privacy Policy